L’uso del grès per i piani di lavoro della cucina

La scelta dei materiali che compongono la vostra cucina è di fondamentale importanza perché ad essi è affidata la longevità delle caratteristiche estetiche e strutturali di un tipo di arredamento duramente sollecitato dall’uso quotidiano.

Particolare rilievo ha la scelta del top, elemento che deve sopravvivere nel tempo a macchie, urti, calore, graffi senza essere soggetto a rotture e a deformazioni. Testimone impassibile di storie familiari e susseguirsi di generazioni, sul quale passare una mano dopo tanti anni ed ammettere con un sorriso compiaciuto che è rimasto sempre uguale.

Le scelte per i materiali del top possono essere diverse ma le principali che garantiscono qualità ed estetica di lunga durata si concentrano su quarzo, corian® e grès, ossia ceramica.

Delle tre quest’ultima è senz’altro la più innovativa. Utilizzato di solito per pavimenti ed esterni, il grès si presta oggi a sorprendenti soluzioni estetiche/funzionali anche per le nostre cucine garantendo tutta la sicurezza di un materiale naturale e minerale con emissione di sostanze tossiche provenienti dall’arredamento pari a zero.

Le caratteristiche delle sue prestazioni sono tutte positive:

  • 100% naturale
  • Resistente all’attacco di agenti chimici
  • Resistenza a calore e a gelo
  • Resistenza all’usura
  • Resistente a graffi e macchie
  • Impermeabile al 99,9%
  • Resistente a funghi e muffe
  • Igienico e facilmente pulibile
  • Privo di pigmenti e resistente ai raggi UV (non cambia colore)
  • Realizzabile in tantissimi colori e diverse finiture

Oltre ai piani di lavoro, questo affascinate materiale può essere applicato anche come rivestimento di ante e sportelli. Con uno spessore di 4 mm viene infatti montato su strutture in alluminio che ne assicurano la stabilità nel tempo.

Naturalmente come tutte le cose belle e resistenti il grès costa un po’ di più perché la lavorazione richiede macchinari specifici ed artigiani specializzati, ma la soddisfazione di vederlo durare nel tempo senza prendere neanche un graffio non merita forse la spesa?

Marzo 2021

Torna su